18 Rue Rémy Dumoncel, 75014 Paris

+33 (0)1 40 47 92 88
FAQ : LE DOMANDE PIU’ FREQUENTI POSTE ALLA NOSTRA AZIENDA

FAQ : LE DOMANDE PIU’ FREQUENTI POSTE ALLA NOSTRA AZIENDA

Ecco a voi una lista di domande frequenti poste ai nostri consulenti accompagnate dalle relative risposte.

Non esitate a contattarci per avere più d’informazioni.

Faccio una domanda

Affidarsi a P&P Conseil: agenzia di reclutamento medico

La nostra agenzia di reclutamento medico accompagna i candidati in tutte le fasi di assunzione, garantendo loro il posto che desiderano e senza chiedere loro alcuna commissione sulle prestazioni erogate .

Rivolgersi all’agenzia di reclutamento medico P&P Conseil costituisce soprattutto un prezioso risparmio di tempo oltre al fatto che i nostri consulenti padroneggiano  tutte le tecniche di reclutamento medico, fornendo un accompagnamento su misura: adattato e personalizzato alle esigenze di ciascun candidato e ai suo progetti personali e professionali. Inoltre, i nostri consulenti parlano più lingue: un requisito essenziale per supportare e consigliare i nostri candidati che provengono da tutta Europa.

 

P&P Conseil aiuta i suoi candidati a mettersi in contatto con i futuri datori di lavoro accompagnandoli ad affettuare una visita fisica in loco. Questo incontro presenziale é fondamentale per il candidato in quanto potrà comprendere se l’ambiente lavorativo si adatta alle sue esigenze/aspettative, conoscere la sua futura équipe e i suoi futuri datori di lavoro e capire se in quella struttura ci possa essere un’evoluzione in termini di crescita personale e professionale. Inoltre se il lavoro medico proposto prevede una remunerazione (quindi non si tratta di libera professione) , il medico potrà eventualmente effettuare qualche giorno di prova all’interno della stessa struttura.

Si, sono previsti degli aiuti aggiuntivi per la sua famiglia. I nostri consulenti vi aiuteranno a trovare un alloggio, accompagneranno i vostri coniugi nella ricerca di un lavoro e vi consiglieranno le scuole più vicine per poter iscrivere i vostri figli .

Una volta previsto l’incontro per conoscere i dettagli del lavoro medico discusso in precedenza  con il candidato, quest’ultimo dovrà acquistare biglietti aerei di andata e ritorno per recarsi sul posto. Al contrario, gli spostamenti in treno e le spese previste per l’alloggio saranno prese in carico dalla nostra agenzia P&P Conseil.

Ecco i vantaggi di lavorare in Francia come medico

Il guadagno di un medico in Francia dipende dal tipo di specializzazione del candidato e dal suo livello di esperienza. Indicativamente esistono tre fasce:  i professionisti appartenenti allo statuto di praticiens hospitaliers che guadagnano tra i 5.000 e i 6.000 euro al mese, quelli appartenenti allo statuto di praticiens attachés associés che guadagnano tra i 2.000 e i 4.000 euro al mese ed ancora quelli appartenenti allo statuto di praticiens contractuels che guadagnano tra i 4.000 ei 5.000 euro al mese. Questa forchetta puo’ subire delle variazioni anche a seconda delle decisioni interne prese dalla struttura ospedaliera.

Si c’é un forte bisogno di medici in Francia provenienti da differenti specializzazioni, quella più richiesta é la medicina generale. In effetti, in molte Regioni della Francia si assiste ad una penuria medica alquanto evidente, cio’ provoca quello che tecnicamente viene definito come fenomeno dei “deserti medici”. In alcune zone, la presenza di un medico di famiglia è così urgente che sono i sindaci di alcune piccole città che contattano direttamente P&P Conseil, proponendo ai candidati delle offerte molto vantaggiose.  L’osservazione è la seguente: quando un medico di famiglia va in pensione, é sempre più difficile sostituirlo.  Questo vale anche per i medici ospedalieri.

La Francia è sempre stata riconosciuta come un Paese d’eccellenza in materia di sanità pubblica e  privata. In quarta posizione secondo le ultime statistiche europee, lo stipendio medio di un medico francese è in media tra i 4.000 e i 10.000 euro netti al mese nelle strutture pubbliche e tra i 7.000 e i 15.000 euro netti nelle strutture private (con esercizio in libera professione). La remunerazione è sicuramente un fattore molto interessante per i medici stranieri, per non parlare dei numerosi vantaggi del lavorare come medico in Francia: la qualità della vita, il rispetto degli orari e delle condizioni di lavoro e l’eccellente sistema di prevenzione sociale garantito dallo stato francese.

La maggior parte dei medici stranieri vorrebbe vivere e lavorare nelle grandi città, tra cui Parigi, Lione, Marsiglia, Nizza, Bordeaux, ecc. D’altra parte, queste grandi città rappresentano mete privilegiate per i medici francesi  e questo comporta un aumento notevole della concorrenza. Inoltre non dobbiamo dimenticare che gli stipendi, spesso, non sono proporzionati all’elevato costo della vita di queste metropoli . Pertanto, P&P Conseil raccomanda ai suoi candidati di scegliere inizialmente zone un po’ più piccole, nelle quali i medici possano stabilirsi più facilmente e beneficiare, nella maggior parte dei casi, di sgravi fiscali ed aiuti sociali (premi monetari, bonus, ecc.) erogati dallo Stato.

Iscrizione all’Ordine dei medici/Riconoscimento dei diplomi universitari

Si, tutti i medici che desiderano esercitare la professione medica in Francia,devono essere iscritti all’Ordine dei medici su territorio francese. La nostra agenzia P&P Conseil accompagna i professionisti della salute a finalizzare tutte le pratiche amministrative necessarie: assicurando loro un follow-up completo dall’inizio alla fine del processo d’iscrizione.

Per far riconoscere i propri diplomi ottenuti al di fuori della Comunità europea bisogna invire una richiesta specifica al Centro Nazionale di Gestione (CNG). Una volta accettata la domanda, il candidato dovrà superare un test di lingua francese atto a valutare le sue competenze linguistiche. Il candidato dovrà inoltre dimostrare di conoscere la PAE (Procedura d’Autorizzazione d’Esercizio) attraverso il superamento di un concorso o di un esame. Infine, il candidato dovrà esercitare la professione medica in Francia per 3 anni sotto lo statuto di « praticien attaché associé » o « assistant associé » in modo da convalidare la sua PAE.

Una volta che il candidato ha trasmesso il suo fascicolo al Consiglio dipartimentale dell’Ordine dei Medici, quest’ultimo , viene poi inviato al Consiglio nazionale dell’Ordine dei Medici che lo esamina ulteriormente  per poi restituirlo nuovamente  al Consiglio dipartimentale che effettuerà un’ultima breve revisione. Questa procedura puo’ richiedere dai 3 ai 4 mesi, in totale. Infine, una volta convalidato il fascicolo amministrativo dagli Organi competenti, il medico viene convocato per un colloquio che dovrà effettuare dinanzi alla commissione del Consiglio dipartimentale dell’Ordine dei Medici. Questo colloquio é atto a valutare le competenze mediche del candidato e il suo livello di lingua francese.Tale iter viene eseguito entro massimo 4 mesi di tempo. Alla fine del processo , il candidato potrà considerare valida la sua iscrizione all’ Ordine dei medici in Francia.

Il giorno del colloquio, il candidato dovrà presentare tutti i documenti inviati in precedenza, in originale (accompagnati da una traduzione giurata in lingua francese) oltre a 4 foto di identità. Durante questo colloquio, i rappresentanti della commissione dell’Ordine porranno delle domande legate prevalentemente all’attività professionale del medico nel proprio Paese d’origine e alle motivazioni che lo spingono a trasferirsi in Francia (il proprio progetto personale deve essere pertanto solido e ben presentato).

Il candidato dovrà inviare il suo fascicolo al Consiglio dipartimentale dell’Ordine dei Medici (CDOM). Quest’ultimo lo indirizzerà al Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Medici (CNOM) a Parigi. Il CNOM, dopo attenta valutazione, reinvierà il dossier del candidato al CDOM che dovrà infine confermare o rifiutare la richiesta. Se il dossier venisse accettato, il candidato sarà quindi in grado di effettuare il colloquio con il presidente del Consiglio dipartimentale dell’Ordine dei medici e otterrà il suo numero RPPS (a conferma della sua avvenuta iscrizione). Nel caso in cui insorgessero dei problemi con il riconoscimento di uno o più diplomi o se il candidato risiedesse al di fuori dell’UE, il dossier verrà inviato a un’altra organizzazione: il Centro di gestione nazionale, che si occuperà di gestire la pratica.

Sì, se il candidato é membro di uno dei Paesi della Comunità europea, potrà lavorare come medico in Francia. Ma perché cio’ avvenga é necessario che si iscriva all’Ordine dei Medici in Francia, a quel punto potrà esercitare la propria professione medica senza problemi.

Trasferirsi in uno studio medico in Francia per esercitare la libera professione

Tutti i dottori ufficialmente iscritti al registro dell’ Ordine dei Medici in Francia e che desiderino lavorare a partita IVA (numero di TVA in francese) dovranno :

• Registrarsi alla CPAM per: ottenere la tessera sanitaria ed il proprio codice personale, dichiarare e registrare la propria attività in libera professione segnalando la propria presenza sul territorio in cui eserciteranno la professione e e ottenere il numero ADELI.
• Registrarsi all’URSSAF (procedura online) per dichiarare il proprio statuto professionale.
• Aprire un conto bancario professionale (è consigliabile farlo nella stessa banca in cui aprirai il tuo conto personale!).
• Pianificare l’acquisto di attrezzature mediche (qualora il nuovo studio non fosse attrezzato).
• Aprire la propria assicurazione di responsabilità civile (RCP).
• Iscriversi alla CARMF: Cassa pensionistica autonoma dei medici in Francia, obbligatoria per tutti i professionisti che esercitino in libera professione.

È possibile, tuttavia, dipende dai vantaggi offerti dai comuni o dai singoli clienti che affittano il proprio studio medico in Francia. Normalmente, la maggior parte degli studi situati all’interno di piccoli comuni sono offerti a titolo gratuito per un periodo di tempo limitato (da 3 a 6 mesi), fino a quando il medico non avrà una forte pazientela e non avrà iniziato ad ambientarsi all’interno del nuovo ambiente di lavoro e più in generale di vita. Inoltre é possibile che il medico richieda l’aiuto del comune per trovare un alloggio, soprattutto all’inizio, e di solito per venire incontro alle sue esigenze si propone un periodo di gratuità relativo anche all’alloggio personale accordandosi con il professionista su un affitto, per i mesi a venire, che resti poco elevato.

Il bisogno di medici, specialmente in alcune zone rurali della Francia, è così elevato che i nuovi medici non hanno problemi ad attirare una forte pazientela. In effetti, spesso, lo stesso medico di famiglia non si occupa solo dei propri pazienti ma anche di quelli dei comuni limitrofi, ed é per questo che la necessità di assumere un nuovo medico resta molto alta. Inoltre, quando uno dei medici decide di andare in pensione, affida tutti i suoi pazienti al nuovo arrivato che decide di sostituirlo; altro elemento che favorisce la creazione di una forte e stabile pazientela!

Pre-requisiti linguistici per lavorare in Francia

Il livello di francese del candidato sarà valutato in sede di colloquio con il Presidente del Consiglio dipartimentale dell’Ordine dei medici. E’ consigliabile avere un livello di lingua almeno B1-B2. Tale livello non é obbligatorio ma é auspicabile che il candidato abbia almeno un documento ufficiale che attesti un livello soddisfacente di lingua francese per poter lavorare serenamente come medico in Francia.

Non é necessario essere in possesso di una certificazione linguistica per presentare il proprio dossier al Consiglio dell’Ordine dei medici in Francia, né per lavorare come medico in Francia. Tuttavia é consigliabile avere almeno un livello di conoscenza della lingua francese B1/B2 (secondo il quadro di riferimento per le lingue straniere) per poter superare il colloquio con l’Ordine dei medici in Francia

P&P Conseil non impartisce lezioni di lingua francese, tuttavia possiamo mettere in contatto, i candidati che lo desiderino, con insegnanti privati che erogano le proprie lezioni in webcam (Skype) oppure fornire ai nostri candidati dei link utili che li indirizzino verso dei docenti di lingua qualificati e non lontani dalla propria Regione d’appartenenza.